fbpx
Ricetta a cura di Nicole Taddei di Lemongrassandoliveoil

Ingredienti

BRISEE
  • 270 g ceci cotti Le Cotte
  • 1 cucchiaino di olio d’oliva
  • 1 cucchiaino di Tahina
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 manciata di coriandolo fresco
  • 1 manciata di prezzemolo fresco
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaio di miele
  • succo di 1/2 limone
  • 2 cucchiai di farina di ceci
  • farina “00″ o senza glutine per infarinare
  • olio di semi per friggere

Preparazione

Mettete tutti gli ingredienti- tranne ceci e farine- in un robot da cucina, frullate. Aggiungete i ceci e azionate il robot per 15/20 secondi. Unite la farina di ceci e trasferite il composto in una ciotola, chiudetela con la pellicola e mettete a riposare il composto in frigorifero per almeno mezz’ora. Una volta che il composto si sarà raffreddato, versate sul piano da lavoro un po’ di farina e con le mani bagnate d’acqua, create delle polpette. Mano a mano che le avrete realizzate, passatele nella farina.

In un pentolino dai bordi alti, versate almeno 1 litro d’olio. Potrete iniziare a friggerle quando l’ olio di semi sarà molto caldo, circa 180°C. Se non avete un termometro da cucina, fate una prova immergendo nell’olio bollente un pezzettino di impasto.

L’olio non è pronto:

  1. quando il pezzettino fatica a risalire a galla, non ci sono bollicine che contornano il pezzettino oppure ce ne sono pochissime: l’olio in questo caso è freddo, quindi, avrete una frittura unta e inzuppata d’olio;
  2. se il pezzettino immerso si brunisce immediatamente: l’olio in questo caso ha raggiunto una temperatura troppo elevate di oltre 190° e quindi va immediatamente allontanato dal fuoco e fatto raffreddare qualche secondo. In questo caso dopo qualche secondo di raffreddamento, immergete un nuovo pezzetto e seguitene il comportamento. (friggere in una situazione di questo tipo significherebbe bruciare la polpetta).

L’olio è pronto: quando il pezzettino di impasto sale immediatamente a galla, si formano tante bollicine intorno, non si colora immediatamente ma in maniera graduale e continua.

Oppure se volete cuocere nel forno i vostri falafel, dovrete preriscaldare il forno a 180°C prima di iniziare con la preparazione. Le vostre polpettine speziate saranno pronte una volta che sulla loro superficie si sarà formata una crosticina croccante e ben dorata. (ci vorranno circa 25 minuti).

I falafel si mangiano sia caldi sia freddi. In inverno sono ottimi accompagnati da verdure croccanti saltate in padella o da spinaci, in estate invece sono perfetti su un letto d’insalata. Provateli anche con il pane pita, reperibile in qualsiasi supermercato e accompagnateli con una salsa allo yogurt greco: 150 g di yogurt, qualche rametto di coriandolo fresco, mezzo lime e mezzo peperoncino fresco. Mettete tutto nel frullatore e trasferite in una ciotolina prima di servire.

Iscriviti alla nostra Newsletter

e rimani aggiornato su tutte le nostre ricette